steve's

Dietro il coding

Set
25

copertina

In occasione dei due seminari in Piemonte (Ivrea e Torino), di cui qui trovate maggiori informazioni, ho preparato delle slide. Troppe slide. Alla fine mi hanno fatto notare che più che una presentazione stava diventando un libro.

 

 

E allora ho colto l’occasione, reimpaginato, aggiunto, corretto, e ho realizzato un piccolo ebook dal titolo “Dietro il Coding”. Non è una difesa del coding né una sua condanna. E’ semplicemente una raccolta di domande e di riflessioni che hanno lo scopo di stimolare quelle degli altri, soprattutto di quelli che intendono dedicare qualche ora al Coding con i propri ragazzi. Riflessioni che partono da lontano, da almeno venticinque anni fa, ma che ho cercato di aggiornare andando a caccia di opinioni, di proposte e di alternative. Una parte importante è dedicata al progetto “Programma il Futuro” e a Scratch, ma purtroppo solo poche righe al nuovo tema dei curricoli digitali, che andrà seguito con attenzione.

Questo è l’indice:

Come nasce questo testo
1. Che cos’è il Coding
2. Perché è così importante
3. Una valutazione storica
4. Come si parla del Coding?
Primo Intermezzo: che significa opensource?
5. A che serve il Coding?
6. Chi può insegnare il Coding?
Secondo Intermezzo: le differenze tra linguaggi
7. Che linguaggio?
8. Il modello didattico dietro Scratch
9. Come andrà praticato il Coding
10. Un po’ di storia…
11. E oggi?
12. Come potrebbe funzionare davvero
Suggerimenti di lettura

L’ebook è rilasciato con licenza CC BY/SA e lo potete scaricare da  qui.

Non di solo coding

Set
16

logo_GC

L’Associazione Gessetti colorati, con la collaborazione del CESEDI – Città metropolitana di Torino – nell’ambito delle sue attività di formazione, organizza due incontri aperti:

Giovedì 29 Settembre h 17:00 – 19:30 a PAVONE Canavese
c/o  Sala S. Marta

e

Venerdì 30 settembre Settembre h 9:30 – 12:30 a TORINO
c/o la sede del CESEDI – Via Gaudenzio Ferrari, 1

sul tema:

La necessità della cultura digitale: non di solo coding

Un confronto critico (ma non polemico) sul digitale, sul ruolo del coding e sul PNSD.

Si parlerà  tra l’altro di:

  • Necessità della cultura digitale per la formazione della cittadinanza: non di solo coding (R. Marchisio) (PAVONE, TORINO)
  • Dietro il coding. Significato, storia, usi possibili e poco immaginabili (S.Penge) (PAVONE, TORINO)
  • La paura dell’algoritmo.  Coding, gadgeting e formazione docenti (E. Pantò) (PAVONE)

Ne discuteranno con il pubblico:
Rodolfo Marchisio – ex insegnante – formatore e autore, collabora con Istoreto su temi di Cittadinanza digitale
Eleonora Pantò – ricercatrice presso CSP – Innovazione nelle ICT, Direttrice Associazione Dschola
Stefano Penge – esperto di software e piattaforme per la didattica, docente presso Università La Sapienza di Roma

Per informazioni: info@gessetticolorati.it  o rodolfo.marchisio@istoreto.it