steve's

Slides

Apr
20

Ho raccolto alcune mie slides relative a presentazioni, corsi e convegni. I temi sono quelli soliti: dalla valutazione online alla progettazione di ambienti e corsi in elearning.

La maggior parte sono su SlideShare http://www.slideshare.net/stefanopenge/

Sono presenti ora:

  1. Opendata e opensource
  2. Attori, ambienti e oggetti: un modello integrato
  3. Collaborare con gli sviluppatori per organizzare e sviluppare servizi di orientamento all’utente basati sulle ict: dati,strutture e interfacce
  4. Strumenti di analisi per la valutazione di un gruppo di apprendimento online
  5. Strategie collaborative di costruzione di un corso online: una metodologia a spirale
  6. Strumenti portabili per l’analisi di un forum di un ambiente di apprendimento online
  7. Presentazione di un wikibolario online
  8. Le slides, dove non diversamente segnalato, sono rilasciate con licenza Creative Commons BY/NC/SA
    Licenza Creative Commons
    Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.

Apprendenti autonomi e tutor

Feb
13

Apprendista/Esperto
Studente/Maestro
Apprendente autonomo/Tutor ?

Quello che ha sempre costituito la base del processo è la condivisione del modello, il profilo d’arrivo.
In questo momento la condivisione è cessata. Non è l’apprendimento ad essere messo in causa, ma l’insegnamento.
Il tutor è quello che non garantisce l’acquisizione di contenuti/competenze che definiscono il modello, ma sorveglia il modo di acquisire le competenze/conoscenze decise dall’apprendente. Non diminuisce la sua importanza, ma il suo ruolo cambia e le competenze necessarie per svolgerlo mutano. Di qui il cambiamento di significato della valutazione.
Con molti se e ma:
– come può il (giovane?) apprendente sapere in anticipo qual è il profilo finale verso cui tendere?
– è possibile un’educazione standard?
– è possibile separare l’insegnamento dei metodi di apprendimento da quello dei contenuti?
La separazione standard tra concetti, strumenti, tecniche e storia come parti di un sillabo, e il loro ordinamento sequenziale, ha ancora senso?
In un’educazione informale e personalizzata le condizioni di partenza dell’apprendente sono fondamentali: alla conoscenze e alla capacità di apprendimento generica si sostituiscono la storia, la fase, la disponibilità verso una parte o un’altra del sillabo. C’è il momento della tecnica e quello del ripiegamento sulla storia, quello della riorganizzazione in categorie generali e quello della scelta di uno stile. Il ritmo della formazione dovrebbe conoscere e seguire questi tempi se vuole essere efficace.

Steve’s web site reloaded

Nov
14

Questo è il mio sito di lavoro.

Anche questo è un modo di usare Internet: come un pied-à-terre accessibile dovunque, una borsa degli attrezzi formato tascabile, un kit per la sopravvivenza sempre disponibile. Così non ho bisogno di portarmi dietro pennette (che si perdono) e portatile (che pesa).

Potete usarlo anche voi per contattarmi, per avere informazioni sui progetti di lavoro, per scaricare prototipi o documenti.

Tra l’altro, è anche un laboratorio in cui vado sperimentando soluzioni tecniche. In questo momento, sto giocando con WordPress.
alambicco
La vecchia versione del sito, ferma al 2005, la potete ancora trovare qui